CALABRESE ALL’ULTIMO RESPIRO! IL DERBY E’ DELL’ERACLIO

Ci sono vittorie che hanno un sapore speciale, specie quando arrivano allo scadere. Aggiungiamoci il fatto che stiamo parlando, nel nostro caso, di una stracittadina, di un derby che ha visto sfidarsi due squadre in lotta per un piazzamento playoff e reduci da momenti di forma differenti. Lo vince l’Eraclio, lo vince per aver avuto la forza di ribaltare negli ultimi tre minuti di gara dal 2-3 al 4-3, lo vince per averci sempre creduto.

Gara bellissima quella disputata venerdì tra la Vigor di mister Felice Masulli e la formazione del duo Cervello-Delvecchio. Approccio non malvagio dell’Eraclio, ma è la Vigor ad avere le occasioni migliori sullo 0-0 con Musti e Digiacomantonio. La gara però la sblocca però il team dalla casacca biancorossa: Cristiani, con una puntata precisa e imprendibile, non lascia scampo ad un incolpevole Matera. La reazione, nonostante l’Eraclio abbia anche la possibilità di portarsi sullo 0-2, della Vigor non tarda comunque ad arrivare ed è Dipaola, approfittando di una disattenzione difensiva, a pareggiare i conti. Sul finire del primo tempo, chance per entrambe le squadre, con Carella che compie un paio di buoni interventi.

Nella ripresa, l’equilibrio resta protagonista. Per spezzarlo, serve la grande giocata di Guerra che riesce a trovare lo spiraglio giusto per battere Matera. Anche in questo caso tuttavia, il vantaggio dell’Eraclio dura solo pochi minuti. La seconda disattenzione difensiva di giornata infatti, consente a Digiacomantonio di appoggiare comodamente in rete per il 2-2. La gara diventa emozionante, con entrambe le squadre che provano a vincere la partita. A portarsi in vantaggio questa volta è la Vigor che, approfittando del doppio giallo rimediato da Dicandia, va in gol con Musti. La rete del 2-3 non tramortisce la formazione biancorossa che, nonostante le difficoltà e le assenze, continua a macinare gioco. Il gol del pari è un capolavoro di Ricco che, con un tiro a giro di destro, disegna una parabola beffarda per Matera. L’Eraclio ci crede e, nel recupero, mister Cervello mantiene la carta del quinto di movimento. Detto fatto, Calabrese trova il guizzo giusto per firmare il 4-3 che fa esplodere la panchina biancorossa proprio sulla sirena. Il derby va ad un Eraclio mai domo, che adesso sarà ospite della terza forza Giovinazzo per una gara che promette sicuramente spettacolo.

Scroll to top