Un match memorabile, uno dei più avvincenti della storia recente dell’Editalia Calcio a 5. Gioiscono gli uomini di mister Ciccio Vaccariello, che ribaltano negli ultimi due minuti l’ostico Futsal Brindisi e colgono il quarto successo in altrettanti incontri.

Gara equilibratissima e mai banale quella disputata in terra messapica nella giornata di ieri. Le squadre dimostrano di essere in forma, con il Brindisi che sfiora subito il vantaggio dopo pochi secondi con Cava. Alla prima occasione utile tuttavia, l’Editalia passa in vantaggio: pallone perso dal Brindisi, Spinosa, tutto solo, arma la sua conclusione che non lascia scampo a De Carlo. Non c’è tempo per gioire perché, due minuti più tardi, Cava ristabilisce la parità sugli sviluppi di un corner. La partita diventa piacevole, ma condizionata anche da alcune decisioni arbitrali non all’altezza del match. I bianchi sfiorano l’1-2 con Divincenzo, ma è il Brindisi in ripartenza a passare: Acocella stende Cava, per la direzione di gara è rigore ed espulsione ai danni del difensore barlettano. Dal dischetto, Perseo trova la rete del momentaneo 2-1. Il team barlettano non si scompone e conquista immediatamente il punto del pareggio con Tommasini che intercetta nettamente una palla vagante in area con una mano: espulsione anche per il capitano brindisino e Spinosa non tradisce dal dischetto. Occasioni da una parte all’altra, ma è un nuovo rigore pressoché inesistente in questo caso a spianare la strada al Brindisi, che Cava trasforma. Borraccino e compagni sbagliano qualcosina di troppo in questo frangente e i biancazzurri di casa trovano la quarta rete, ancora con uno scatenato Cava che, con un pallonetto, non dà scampo a Dibenedetto. Nel finale di primo tempo, grande reazione per l’Editalia con il timbro di Pedrajas che accorcia le distanze sul 4-3.

La ripresa è semplicemente emozionante. I locali mettono la freccia dopo due minuti con una botta deviata di Perseo, su cui Dibenedetto non può fare davvero nulla. Il doppio vantaggio potrebbe tramortire l’Editalia, che tuttavia continua a giocare la sua partita con ordine e accorcia le distanze con una conclusione di Calamita che supera De Carlo. Sull’onda dell’entusiasmo, i bianchi trovano anche il pareggio, ancora una volta con Spinosa, che indovina l’angolo giusto alla destra di De Carlo. 5-5 e match nuovamente in equilibrio. A questo punto però, sale in cattedra Romano per il Brindisi che, un minuto più tardi, si inventa una prodezza con un controllo in corsa e un tiro che non lascia scampo a Dibenedetto. Nuovo vantaggio brindisino, che diventa doppio dopo una disattenzione difensiva con il portiere di movimento Borraccino in campo: Romano in scivolata firma il 7-5. L’Editalia inizialmente accusa il colpo che potrebbe valere la prima sconfitta, ma poi da grande squadra reagisce alla grande. Mancano due minuti infatti, quando Calamita su tiro libero supera con freddezza De Carlo: 7-6. I bianchi ci credono e, un minuto più tardi, trovano il pareggio con Velasco che supera De Carlo con una botta sotto l’incrocio. Un gol che fa esplodere la panchina e gli spalti occupati dallo staff barlettano, che deve impazzire tuttavia ad 1:10 dalla fine: Calamita insiste sulla corsia di sinistra poi scaglia un bolide che Velasco intercetta con un tacco acrobatico che si infila all’angolino. 7-8! E’ il gol della vittoria, è il gol che fa abbracciare un gruppo meraviglioso, chiamato sabato prossimo alla sfida casalinga contro il Trulli E Grotte. E, dopo questo successo in rimonta, guai a fermarsi!

TABELLINO

FUTSAL BRINDISI: De Carlo, Paradiso, Micia, Macaolo, Conte, Morici, Cava, Caselli, Taccone, Tomassini, Romano, Perseo. All: Di Serio

EDITALIA C5: Dibenedetto, Diricatti, Acocella, Chiariello, Fiorentino, Spinosa, Pedrajas, Velasco, Borraccino, Divincenzo, Calamita, Giannini. All:Vaccariello

Arbitri: Palmisano-Di Gregorio(Taranto)

Note: espulsi direttamente Acocella e Tomassini per fallo da rigore

Reti: 5’Spinosa, 7’Cava, 9’Cava, 13’Spinosa, 15’Cava, 18’Pedrajas(primo tempo), 2’Perseo, 6’Calamita, 10’Spinosa, 12’Romano, 15’Romano, 18’Calamita, 19’Velasco, 20’Velasco(secondo tempo).

Scroll to top