Una prova d’autorità, una prova di livello contro la seconda forza del campionato vale all’Editalia C5 il successo per 7-3 sull’Olympique Ostuni e, soprattutto, l’accesso alle semifinali di Coppa Italia Serie C1.

Gara ben approcciata dai ragazzi di Ciccio Vaccariello che recupera, per l’occasione, Vivaldo dopo un lungo stop. Dopo il primo squillo di marca ospite, che produce la rete di Salamida(palla che a giudizio dell’arbitro ha varcato la linea), è monologo barlettano. Passano due minuti infatti e Pedro Silva va via sulla corsia di destra, mettendo in mezzo per un comodo tap-in di Vivaldo che torna immediatamente al gol. La rete galvanizza l’Editalia, che continua a produrre occasioni da gol e ribalta il risultato con Calamita, dopo una stupenda azione corale che si conclude con il diagonale vincente dell’universale biancorosso. Il vantaggio fa esplodere panchina e pubblico locale, ma non sazia i locali che trovano prima il 3-1 con Acocella e poi il 4-1 di Vivaldo, entrambi dopo due contropiedi mortiferi di un Pedro Silva scatenato. Applausi per un’Editalia in grande spolvero e, successivamente, per Dibenedetto, che neutralizza un tiro libero di Ferri prima della sirena.

Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia. Chiariello e compagni sfiorano infatti subito il 5-1, che trovano al secondo minuto di gioco: Pedro Silva ruba palla, serve Calamita che controlla e scaglia un destro imparabile per Rafael. Ostuni ricorre, a questo punto, al portiere di movimento, con Fiorentino che appoggia in rete per il momentaneo 5-2, ma il duo portoghese Faria-Pedro Silva ci mette pochissimo a ristabilire le distanze con un gol a testa che vale il 7-2. Ultimi squilli del match: Divincenzo manca l’8-2 in contropiede, Ostuni che trova il definitivo 7-3 con una punizione fortunosa di Schiavone. E’ tripudio al “PalaBorgia”, l’Editalia brilla davanti al suo pubblico e accede alla semifinale in programma venerdì alle ore 21 con il Castellaneta.

Scroll to top