L’ERACLIO LOTTA PER TUTTA LA GARA. GIOVINAZZO PASSA NEL FINALE

Un’ottima prova per spirito di sacrificio e intraprendenza, maturata con un roster rimaneggiato tra squalifiche e infortuni contro la terza forza del girone. L’Eraclio C5 cade a testa alta con il Giovinazzo, perdendo 3-2 dopo aver anche accarezzato, con merito, anche la possibilità di poter portare a casa l’intera posta in palio.

Diverse le assenza in casa biancorossa: non ci sono infatti gli infortunati Paparella e Dipetro, a cui si aggiungono gli squalificati Guerra e Dicandia. Nel riscaldamento problema fisico anche per Ricco, schierato solo due minuti nel corso della gara. Starting five con Carella, Lamacchia, Barbaro, Cristiani e Allegretti. Gran prova per l’Eraclio che, dopo esser stato in svantaggio, pareggia immediatamente con Allegretti e, a fine primo tempo, trova anche l’1-2, sempre con Nicolò Allegretti. Nella ripresa, l’Eraclio mantiene l’1-2 per buona parte del secondo tempo prima dell’episodio che cambia la gara: Calabrese sfiora l’1-3 in contropiede, mentre il Giovinazzo, sul capovolgimento, fa 2-2. La maggiore cattiveria agonistica ed esperienza, considerando i diversi giovani e le poche rotazioni a disposizione dello staff biancorosso, premia la formazione di casa che, a tre minuti dal termine, coglie l’intera posta in palio. C’è comunque una buona prestazione da cui ripartire, c’è maggiore convinzione dei propri mezzi di una squadra che, pur rimaneggiata, ha sfiorato una vera e propria impresa. Sabato arriva intanto la capolista Alta Futsal.

Scroll to top