SCONFITTA INTERNA CON LA CAPOLISTA ALTA FUTSAL

Prestazione da non buttare e un pizzico di rammarico per quei due minuti fatali nella ripresa, quando è stato perfezionato il definitivo allungo degli ospiti. L’Eraclio non sfigura al campo della ”San Paolo” contro l’Alta Futsal, che conquista l’intera posta in palio per 2-4.

Eraclio privo dei lungodegenti Di Palma, Paparella e Dipietro, ma voglioso di fare bene al cospetto della capolista. Prima frazione dai continui capovolgimenti di gioco e con occasioni da una parte all’altra. Grandi protagonisti i portieri, con Carella attento a mantenere l’equilibrio prima della rete sottoporta, dopo una disattenzione difensiva dei biancorossi, dell’Alta Futsal. La reazione della formazione barlettana è veemente e porta la firma di capitan Guerra, bravo a girarsi e mirare proprio all’incrocio per la parità. Sul finire di primo tempo, chance per Barbaro che non riesce a finalizzare il 2-1.

Secondo tempo che si apre sulla scia del primo tempo. Equilibrio, anche nel computo delle occasioni, prima del vantaggio ospite su calcio di punizione. Il team allenato da mister Cervello tuttavia, non si scompone e riesce a concretizzare la palla del 2-2 con un perfetto calcio piazzato battuto da Franco Ricco. Pareggio meritato, ma che tuttavia l’Eraclio non riesce a mantenere. L’Alta Futsal infatti, con un perfetto uno-due micidiale riesce a piazzare prima il 2-3 e poi ad allungare sul 2-4. L’Eraclio prova a rientrare in partita, ma i tentativi barlettani si infrangono sia nelle parate del portiere murgiano che nel palo colpito da Allegretti. Passa l’Alta Futsal alla ”San Paolo”, ma per l’Eraclio ci sono buone basi da cui ripartire in vista della gara di sabato contro il Nettuno.

Scroll to top